Accedi  \/ 
x
x
Registrati
x

Bitcoin nasceva per diventate un’alternativa decentralizzata e libertaria ai sistemi monetari tradizionali, ma oggi la realtà, secondo Palmer (creatore di Dogecoin ) è che la criptovaluta “è controllata da un potente cartello di ricchi personaggi”, che si sono “evoluti per incorporare molte delle stesse istituzioni legate al sistema finanziario centralizzato esistente che [le criptovalute] si prefiggevano di sostituire”.

“L’industria delle criptovalute sfrutta una rete di loschi legami commerciali, influencer comprati e media a pagamento per perpetuare il culto dell’arricchimento rapido, progettato per spillare soldi dai disperati e dagli ingenui”, ha dichiarato Palmer sulla discussione Twitter.

15 Luglio 2021 Alberto Battaglia (www.wallstreetitalia.com)

Bitcoin nasceva per diventate un’alternativa decentralizzata e libertaria ai sistemi monetari tradizionali, ma oggi la realtà, secondo Palmer (creatore di Dogecoin ) è che la criptovaluta “è controllata da un potente cartello di ricchi personaggi”, che si sono “evoluti per incorporare molte delle stesse istituzioni legate al sistema finanziario centralizzato esistente che [le criptovalute] si prefiggevano di sostituire”.

“L’industria delle criptovalute sfrutta una rete di loschi legami commerciali, influencer comprati e media a pagamento per perpetuare il culto dell’arricchimento rapido, progettato per spillare soldi dai disperati e dagli ingenui”, ha dichiarato Palmer sulla discussione Twitter.

15 Luglio 2021 Alberto Battaglia (www.wallstreetitalia.com)

Pochi asset nella storia finanziaria sono stati più fragili del bitcoin”, ha affermato. Nel suo recente articolo, “Bitcoin, Currencies, and Fragility”, pubblicato alla fine di giugno, aggiungendo che il bitcoin vale “esattamente zero” alla luce delle grandi risorse necessarie per mantenerlo in vita. Al contrario, “l’oro e altri metalli preziosi sono in gran parte esenti da manutenzione, non si degradano in un orizzonte storico”, ha affermato.

14 Luglio 2021, Mariangela Tessa (www.wallstreetitalia.com)

Noi di Ubp crediamo nel breve termine che i rischi per i prezzi dell’oro siano al ribasso. È probabile che nel corso dell’estate la Fed annunci i dettagli della riduzione del programma di acquisto di asset (QE) da $120 miliardi al mese, probabilmente al simposio economico di Jackson Hole (ad agosto).

Crediamo ancora che l’oro offra valore nel lungo termine. La compresenza di politiche monetarie generalmente allentate e di enormi deficit fiscali costituisce un contesto sufficiente perché i prezzi dell’oro aumentino nel lungo termine.

In effetti, la svolta USA verso una forma implicita della cosiddetta Modern Monetary Theory (MMT) rappresenta probabilmente uno sviluppo costruttivo per i prezzi dell’oro. I nostri modelli mostrano che un valore equo dovrebbe attestarsi a circa $2.100 l’oncia: per gli investitori a lungo termine c’è quindi ancora la possibilità di un discreto rialzo rispetto ai livelli attuali.

30 Giugno 2021, Peter Kinsella (Ubp) – (www.wallstreetitalia.com)

Non c'è dubbio che stiamo vivendo in tempi imprevedibili e incerti. Ma in che modo il coronavirus ha influito sul prezzo di un bene storicamente rifugio sicuro come l'oro? Il nostro ultimo articolo esamina come questa pandemia globale ha influenzato il nostro metallo più prezioso.

Quando il coronavirus ha costretto il mondo al blocco globale nel marzo di quest'anno, l'economia ha reagito immediatamente. Le azioni sono diminuite quando le persone hanno venduto le loro attività in cambio di contanti e persino le obbligazioni e l'oro sono scesi a breve termine mentre gli investitori attendevano notizie sul tipo di stimolo fiscale che sarebbe stato implementato.

Il nuovo normale

A seguito della reazione immediata del mercato a COVID-19, le persone hanno iniziato ad adottare un approccio più ponderato alle azioni. Mentre molte industrie hanno sentito la pressione della pandemia, ci sono stati enormi picchi per le azioni di società tecnologiche come Microsoft e Amazon, entrambe le quali hanno beneficiato delle restrizioni di blocco poiché il lavoro da casa è diventato la "nuova normalità" per molti.

Probabilmente a causa del loro status di rifugio sicuro, non ci volle molto perché le persone tornassero ai titoli di Stato e ai metalli preziosi. L'oro, che è spesso guidato da cambiamenti nella politica monetaria, ha registrato un incredibile rally da quando il governo ha rivelato il suo programma di sostegno finanziario per stimolare l'economia.

L'oro ha ottenuto risultati migliori rispetto ad azioni e obbligazioni nel 2020

Tradizionalmente, l'oro si comporta bene durante i periodi di incertezza economica e il suo valore tende ad aumentare durante i periodi di bassi tassi di interesse e inflazione. Nell'agosto di quest'anno, la domanda globale di oro era aumentata al punto tale che il suo prezzo ha toccato il massimo storico di 1.550 sterline per oncia (2.030 dollari). Attualmente, è di circa il 24% in più rispetto a gennaio 2020. Come menzionato ieri in un articolo del Telegraph, "l'oro è stato il miglior rendimento delle tre classi di attività (azioni, obbligazioni e oro) nel 2020".

Prestazioni a lungo termine

L'oro è stato a lungo considerato come una riserva di ricchezza efficace a lungo termine. Negli ultimi 20 anni, il suo valore è aumentato del 655%, fornendo un rendimento impressionante per molti investitori in questo periodo. Ci sono molti fattori che stanno attualmente determinando la volatilità del prezzo dell'oro. Il risultato delle elezioni statunitensi e ulteriori restrizioni di blocco per l'Inghilterra ha fatto aumentare il prezzo durante il fine settimana, ma questo è stato seguito dalla notizia di lunedì secondo cui il vaccino COVID-19 di Pfizer sarà efficace al 90% nel prevenire la malattia. Questo annuncio ha provocato un calo dei prezzi del metallo prezioso, anche se molte persone prevedono che continuerà a funzionare bene a lungo termine.

Andrew Dickey, Divisional Director for Precious Metals presso The Royal Mint, ha dichiarato:

“Il calo del prezzo dell'oro dopo l'annuncio di un vaccino contro il coronavirus è stato visto da molti come un'opportunità di acquisto. Mentre gli Stati Uniti intraprendono un nuovo percorso e affrontano le sfide economiche presentate dalla pandemia, potremmo vedere qualche ulteriore volatilità. Ma la performance a lungo termine dell'oro, il ruolo di diversificatore di portafoglio e la storia come merce di valore per diverse migliaia di anni non dovrebbero essere sottovalutati. La corsa al rialzo di quest'anno ha introdotto molti nuovi investitori nell'oro e non vediamo l'ora di servirli come clienti per gli anni a venire ".

Parlando con The Telegraph, Janet Mui di Brewin Dolphin (gestione patrimoniale) ha anche commentato:

“Come risorsa (l'oro) ha un buon potenziale a lungo termine. Mettere denaro in una banca sta diventando sempre meno attraente perché i tassi di interesse sono così bassi "

Fonte – Royal Mint – novembre 2020

Nuovo colpo di scena nella strategia di investimento di Warren Buffett che ora ha deciso di investire nell’oro comprando quasi 21 milioni di azioni della società mineraria canadese Barrick Gold. La nuova operazione emerge dalle comunicazioni effettuata venerdì alla Sec, l’organismo di controllo della Borsa Usa, in merito alla variazione delle partecipazioni detenute.

I nuovi acquisti di Buffett seguono la vendita di azioni delle principali banche Usa detenute in portafoglio dalla Berkshire Hathaway avvenute nel corso del secondo trimestre dell’anno. In particolare la holding che fa capo al guru della finanza ha liquidato tutta la sua partecipazione in Goldman Sachs ed è scesa dal 7,9% al 5,8% in Wells Fargo e allo 0,7% dall’1,9% in JPMorgan. Limate anche le quote detenute in PNC Financial, M&T Bank, Bank of New York Mellon, Mastercard e Visa
La vendita dei titoli bancari segue quella avvenuta sui titoli delle compagnie aeree, un settore in profonda crisi a seguito della pandemia da coronavirus.

Per Buffett si tratta di un importante cambio di filosofia di investimento. In passato l’oracolo di Omaha è stato a lungo critico nei confronti dell’oro come investimento, dicendo che “non ha utilità” e che il “metallo magico” non può competere con il “coraggio americano”. Una volta scrisse che “Chiunque guardasse da Marte si gratterebbe la testa” su come trattiamo le cose luccicanti su questo pianeta.

La mossa ha suscitato scalpore tra i fautori dell’investimento in oro e anche tra numerosi osservatori di Wall Street, che sui social network hanno commentato le operazioni di Buffett come un segnale di un cambiamento nelle sue visioni sul mercato. Il celebre blog Zero Hedge ha commentato il riposizionamento di Buffett, dicendo che è “un segnale che l’oracolo di Omaha sembra ora scommettere tranquillamente contro gli Stati Uniti”, perché “il celebre investitore anti-oro ha abbandonato le banche – la spina dorsale dell’economia americana basata sul credito – a favore di un minatore d’oro “.

17 Agosto 2020, di Massimiliano Volpe

Logo Preciously footer new3

Contattaci

 

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter per essere sempre aggiornato sulle ultime news e sulle promozioni

© 2018 preciously.eu. All Rights Reserved. - PMIND LTD

Cerca